NOTA! Questo sito utilizza i cookie tecnici.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

 

[as] chi siamo

Asimmetrie è la rivista dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn): una rivista di informazione e divulgazione, piena di curiosità e approfondimenti sulla fisica delle particelle, con infografiche e immagini utili alla didattica. Ogni numero di Asimmetrie è una monografia che si sviluppa attorno a un tema scientifico. La rivista esce con cadenza semestrale, ad aprile e a ottobre di ogni anno.
 

as 23: [muone]

ottobre 2017

 

Cari lettori di Asimmetrie,
Il fascino di una particella che viene scoperta nel 1936 come “mesone”, ma che poi, molti anni dopo, si rivela tutt’altra cosa, persiste tutt’oggi.

[>]  continua a leggere l'editoriale

  [scarica pdf] oppure vai alla [versione online]
 
 
Image
Il senso della bellezza 15 Novembre 2017
In occasione dell’uscita nelle sale italiane il 21 e 22 novembre de "Il Senso della Bellezza - Arte e scienza al Cern", distribuito da Officine...
[>]  continua a leggere...
Image
Babar mette alle corde il fotone oscuro 08 Novembre 2017
Il fotone oscuro è una particella ipotetica, simile al fotone delle onde elettromagnetiche ma con una piccola massa, prevista da alcuni...
[>]  continua a leggere...
Image
Spazio, tempo e gravità con l'Infn al Festival della Scienza di Genova 27 Ottobre 2017
Anche quest’anno l’Infn partecipa al Festival della Scienza di Genova, la cui quindicesima edizione ha preso il via ieri, 26 ottobre, e...
[>]  continua a leggere...
Image
Si inaugura oggi Cuore, il gigante freddo che studia i neutrini 23 Ottobre 2017
È stato inaugurato oggi 23 ottobre, ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso (Lngs) dell’Infn l’esperimento Cuore (Cryogenic...
[>]  continua a leggere...
Image
Incomincia la nuova era per l'osservazione dell'universo 16 Ottobre 2017
La fusione di due stelle di neutroni è stata osservata per la prima volta sia con le onde gravitazionali dagli interferometri Ligo e Virgo,...
[>]  continua a leggere...

ctf img 7176 v1 smallDark Side-50, il nuovo esperimento per la ricerca di materia oscura, ha presentato i primi risultati alla conferenza Dark Matter 2014, in corso questa settimana alla University of California di Los Angeles. Dark Side-50 ha recentemente avviato la presa dati ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso (Lngs) dell'Infn, dove opera in un ambiente protetto dalla radiazione cosmica, grazie ai 1400 metri di roccia del massiccio montuoso che lo sovrastano.

“I dati presentati alla conferenza – spiega Gioacchino Ranucci, della sezione Infn di Milano, uno dei due coordinatori del progetto – scaturiscono dal primo periodo di funzionamento dell’apparato avviato nello scorso mese di novembre, ed è assolutamente rimarchevole che, in un così breve lasso di tempo, sia stato possibile non solo effettuare la messa in opera del rivelatore, ma già produrre risultati di grande implicazione tecnologica, che sottolineano in maniera univoca come l’argon sia una scelta ottimale per le successive fasi di ricerca della materia oscura”.

Il materiale attivo su cui si basa l’apparato è l'argon liquido alla temperatura di -189 °C, che costituisce il bersaglio per l’interazione delle ipotetiche Wimp (Weakly Interacting Massive Particle), ad oggi i più probabili candidati come particelle costituenti la materia oscura. Il bersaglio è circondato da altri due volumi riempiti, rispettivamente, di scintillatore liquido e di acqua, utilizzati per la riduzione e l’identificazione dei segnali di fondo, cioè di tutte quelle particelle che raggiungono l’esperimento ma che non sono di interesse per lo studio. Dark Side-50, finanziato con gli essenziali contributi dell’Infn, della National Science Foundation (Nsf) e del Department of Energy (Doe), nasce dallo sforzo di una vasta collaborazione internazionale in cui partecipano anche gruppi provenienti da Francia, Polonia, Ucraina, Russia e Cina.

box-app4

 

abbonati

 
APP
iOS Android
 


[as] archivio